home | mappa | contatti
italiano | english
link esterno, Ministero dei Beni e delle Attivit Culturali e del Turismo


sei qui: home \ news


scopri i luoghi archeologici delle province di Saleno, Avellino e Benevento Aree archeologiche in Provincia di Salerno Aree archeologiche in Provincia di Avellino Aree archeologiche in Provincia di Benevento Aree archeologiche in Provincia di Caserta

Differenze di genere: corredi a confronto

 


In occasione della Festa della Donna, a partire da martedì 8 marzo, la Soprintendenza Archeologia della Campania, in collaborazione con il concessionario arte’m, amplia il percorso di visita del circuito archeologico di Santa Maria Capua Vetere con una esposizione dedicata alla diversità tra i generi. La mostra “Differenze di genere: corredi a confronto”, allestita negli spazi del Museo dell’Antica Capua, presenterà, infatti, alcuni corredi funerari provenienti dal territorio capuano al fine di creare un parallelo tra il mondo maschile e quello femminile. Nei corredi funerari il defunto si accompagnava con gli oggetti che gli erano più cari e che meglio lo rappresentavano: per la donna gli oggetti della casa e della seduzione, per l’uomo le armi.


L’attenzione che le aristocratiche donne capuane ponevano alla cura della bellezza è evidente dagli oggetti rinvenuti nel corredo della tomba 44 della necropoli orientale di Capua, presente nel nuovo percorso espositivo: la donna era deposta in una grande cassa di tufo circondata da ceramica fine da mensa a vernice nera e da una serie di oggetti da toletta,  tra cui un’oinochòe in pasta vitrea, pissidi e piccoli vasetti usati per contenere profumi e cosmetici. In un’altra sepoltura, proveniente dalla necropoli settentrionale, era deposta una donna di nome Stallia: un dipinto all’interno della camera sepolcrale la ritrae mentre viene accolta da Ade nel Regno dei Morti. Il suo corredo è composto da specchi e pettini, alabastra e lekythoi (contenitori per unguenti e profumi), tutti originariamente custoditi in una cassetta, di cui si è conservata solo parte della decorazione in osso.


A fare da contraltare la tomba maschile 48 a incinerazione - la più antica tra quelle esposte - proveniente dalla necropoli occidentale e risalente all’età del Ferro. Il corredo dell’uomo era composto dalla spada e dal fodero in bronzo - segni inconfondibili del genere maschile e dell’elevato rango sociale del defunto -  e dal rasoio - oggetto di uso personale.  A completare l’esposizione due piccole e deliziose sculture in marmo di età romana: una figura femminile appoggiata a un pilastrino su cui è posta una fanciulla, esemplificative del modo di vestire delle donne romane. A contrastare queste eleganti immagini femminili, una maschera teatrale in marmo con folta barba.


Martedì 8 marzo, in occasione della Festa della Donna, l'ingresso alla mostra “Differenze di genere: corredi a confronto” e a tutto il circuito archeologico di Santa Maria Capua Vetere sarà gratuito per le donne. La mostra resterà aperta al pubblico dal prossimo 8 marzo al 10 aprile 2016, tutti i giorni tranne il lunedì, dalle ore 9.00 alle 18.00.