home | mappa | contatti
italiano | english
link esterno, Ministero dei Beni e delle Attivit Culturali e del Turismo


sei qui: home \ luoghi archeologici: Salerno \ Velia


Velia Aree archeologiche in Provincia di Salerno Aree archeologiche in Provincia di Avellino Aree archeologiche in Provincia di Benevento Aree archeologiche in Provincia di Caserta

 


testa

Posta sulla costa tirrenica tra Punta Licosa e il Promontorio di Palinuro, l'antica città di Elea, che i Romani chiamarono Velia, fu fondata intorno al 540 a.C. da Focei, Greci provenienti dalle coste dell'attuale Turchia.

La città, legata prevalentemente ad un'economia mercantile e navale, prosperò governata dalle buone leggi che la tradizione fa risalire a Parmenide, filosofo di stirpe illustre, intorno al quale si creò una scuola filosofica che ebbe grande influenza nell'antichità.

Nel corso del IV sec. a.C. Elea entrò in contrasto con i Lucani insediati a Paestum; nei primi decenni del III sec. a.C. la città strinse un trattato di alleanza con Roma, fornendo proprie navi nella guerra contro Cartagine.

In età romana Elea, il cui nome in forma latinizzata diventa Velia, conserva una propria autonomia e diventa municipium nell'88 a.C. ottenendo, insieme a Napoli, di conservare l'uso della lingua greca per le cerimonie ufficiali e di continuare a battere moneta propria.

L'insabbiamento dei porti velini e il decadere delle rotte commerciali marittime in relazione alle quali Velia aveva fino ad allora fondato la sua ricchezza provocarono un lento declino della città.

 

 

Bibliografia essenziale

 

Velia e i Focei in Occidente ("La Parola del Passato", 21), Napoli 1966 (Macchiaroli).

 

Nuovi studi su Velia ("La Parola del Passato", 25), Napoli 1970 (Macchiaroli).

 

I Focei dell'Anatolia all'Oceano, "La Parola del Passato", 37, Napoli 1982 (Macchiaroli).

 

G. Libero Mangieri, Velia e la sua monetazione, Lugano 1986 (Edizioni arte e moneta).

 

La Scuola Eleatica, "La parola del Passato", 43, Napoli 1988 (Macchiaroli).

 

M. Fabbri - A. Trotta, Una scuola-collegio di età augustea. L'Insula II di Velia, Roma 1989 (Giorgio Bretschneider).

 

R. T. Williams, The silver coinage of Velia, London 1992 (Royal Numismatic Society).

 

Velia. Studi e Ricerche, a cura di G. Greco e F. Krinzinger, Modena 1994 (Panini).

 

F. Di Bello, Elea-Velia. Polis, zecca e monete di bronzo, Napoli 1997 (Pironti).

 

F. Krinzinger - G. Tocco (a cura di), Neue Forschungen in Velia (Akten des Kongresses "La ricerca archeologica a Velia", Roma, 1.-2. Juli 1993), Velia-Studien 1, Wien 1999 (Accademia austriaca delle Scienze).

 

L. Cicala, L'Edilizia domestica tardo arcaica di Elea, Pozzuoli 2002 (Naus Editoria).

 

G. Greco, Velia. La visita alla città, Pozzuoli 2002 (Naus Editoria).

 

R. Cantilena, La Moneta, Quaderni del Parco Archeologico di Velia, Pozzuoli 2002 (Naus Editoria).

 

V. Gassner, Materielle Kultur und kulturelle Identität in Elea in spätarchaisch-frühklassischer Zeit. Untersuchungen zur Gefäss- und Baukeramik aus der Unterstadt (Grabungen 1987-1993), Velia-Studien 2, Wien 2003 (Accademia austriaca delle Scienze).

 

L. Vecchio, Le iscrizioni greche, Velia-Studien 3, Wien 2003 (Accademia austriaca delle Scienze).

 

Elea-Velia. Le nuove ricerche. ‘Atti del Convegno di Studi', Napoli 15 Dicembre 2001, Pozzuoli 2003 (Naus Editoria).

 

L. Vecchio, Filosofi e medici, Quaderni del Parco Archeologico di Velia 3, Pozzuoli 2004 (Naus Editoria).

 

L.Cicala - A. Fiammenghi - L. Vecchio, Velia. La documentazione archeologica, Pozzuoli 2005 (Naus Editoria).

 

Velia, ‘Atti del XLV Convegno di Studi sulla Magna Grecia' (Taranto 2005), Taranto 2006­ (Istituto per la Storia e l'Archeologia della Magna Grecia).